Menu

Acciaio Inox: AISI304, 18/10, Ni-Cr… che confusione!

11/11/2019

L’acciaio è qualcosa che permea le nostre vite. Sentiamo tutti parlare di acciaio inossidabile, sentiamo acronimi e sigle, lo tocchiamo tutti i giorni.
Il mondo della sanità non fa eccezione. E noi in Francehopital, in quanto produttori di carrelli ospedalieri, di attrezzature e arredo, ci abbiamo a che fare costantemente.

Vorremmo approfittarne qui per fare un po’ di “cultura dell’acciaio”.
Per prima cosa ci serve una definizione: l’acciaio semplice è una lega di ferro e carbonio (mai più del 2,06%). E proprio la percentuale di carbonio determina la gradazione dell’acciaio in termini di durezza, duttilità ecc.
L’acciaio inox contiene anche un minimo di 11% di cromo. Il cromo è l’elemento che dona all’acciaio le sue caratteristiche di inossidabilità.

C’è poi il cosiddetto “Inox 18/10”: questo è l’acciaio inox più conosciuto: contiene 18% di cromo e 10% di nichel (o nickel… ambedue le grafie sono corrette) e lo usiamo quotidianamente: le posate sono di norma fatte in Inox 18/10.

L’acciaio AISI304 è un acciaio inox che ha il rapporto di cromo e nichel tipicamente a 18/8.
AISI è “American Iron and Steel Institute”, una associazione di produttori nord americani di acciaio. Le classificazioni di AISI sono diventate lo standard a cui rapportarsi in termini di gradazione degli acciai.
E proprio l’AISI304 è molto apprezzato nella sanità, specialmente nelle sale operatorie, per la facilità con cui si sanitizza e le sue eccellenti proprietà in termini di igiene.

E questa è esattamente la ragione per cui FH lo usa in tutti i prodotti destinati alla sala operatoria. Buoni esempi sono i tavoli porta strumenti e i tavoli Mayo.